Our Work

d) garantire e migliorare i mezzi di sostentamento.
c) migliorare il benessere psico-fisico;
b) accrescere nella comunità stessa, la capacità di far fronte a future calamità;
a) la comunità apprenda e migliori la sua comprensione dei problemi di prevenzione a tal fine viene istituito un comitato per identificare e fornire soluzioni;
Questo progetto desidera che

3 • Si è dato inizio alla formazione di gruppi di agricoltori e allevatori di bestiame per fornire formazione e supporto zootecnico.

Sono stati assegnati a un villaggio (reparto) ciascuno per costruire un rapporto con le famiglie, comprendere le problematiche relative alla protezione e ai problemi di salute mentale e indirizzare i casi a personale qualificato per ulteriori approfondimenti.
2. 72 operatori psico-sociali provenienti da quattro distretti, di cui 18 da Sindhupalchowk, sono stati scelti e addestrati per cinque giorni nel mese luglio.

1 – Lo staff dedicato al programma svolge un'indagine sulle famiglie riguardante sia la valutazione dei bisogni che il benessere psico-fisico. I dati e le analisi del sondaggio saranno utilizzati per identificare i beneficiari del programma in base alle loro esigenze e vulnerabilità. 1.702 famiglie hanno ricevuto 12,5 kg di semi di riso per il raccolto del monsone.
Risultati

La nuova politica governativa ha imposto alle ONG di coprire il 100% della popolazione colpita dai VDC mirati invece di occuparsi solo della popolazione più povera. Pertanto il progetto interessa il 90% della popolazione del villaggio. Nel frattempo, c'è stato un cambio di leadership a livello di Caritas Nepal, causando ancora qualche ritardo nell'attuazione del programma.
Il progetto sarebbe dovuto iniziare nel gennaio 2016. La Caritas Nepal ha dovuto ottenere l'approvazione preventiva del Consiglio di previdenza sociale per attuare il programma, mentre il Nepal ha intrapreso un enorme programma di ricostruzione senza precedenti. Quindi, a causa di ciò, il paese ha dovuto rivedere o riformulare le sue politiche e linee guida per gestire il programma di recupero, ritardando il processo di approvazione del governo. Quando la proposta integrata è stata presentata al governo, alla Caritas è stato chiesto di presentare proposte separate per rifugio, recupero, mezzi di sostentamento, ecc. Infine, nel giugno 2016, ci sono state le approvazioni governative.
Caritas Nepal sta preparando un piano globale di recupero e riabilitazione ai sopravvissuti dai terremoti, finanziato dai membri di Caritas Internazionale. Considerando la molteplicità delle aree del programma e il lungo processo al fine di ottenere l'approvazione governativa, questo progetto è stato reso parte del programma generale di recupero post terremoti di Caritas Nepal. Le attività incluse nella proposta CADIS fanno parte del programma CN di Sindhupalchowk, gestito e implementato da Caritas Nepal, mentre lo staff CADIS sul territorio ha solo ruoli consultivi.

Um unsere Website für Sie optimal zu gestalten verwenden wir Cookies. Durch die weitere Nutzung der Website stimmen Sie dieser Verwendung zu. Mehr Infos.