top1.svg
butto1.svg
cdsi_whitelogo
h3-bg04
phone-with-wire.svg

+39 06 89 92 81

cdsi_large transparent

INFO E CONTATTI

Per maggiori informazioni: info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

La Fondazione CADIS (Camillian Disaster Service) International è un'organizzazione umanitaria e di sviluppo senza scopo di lucro, legalmente registrata, dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani).
 

I progetti di CADIS


facebook
instagram
twitter
youtube
linkedin

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

La voce dei quattro rappresentanti della Terra de “La Lettera” arriva a Firenze con CADIS

2024-05-02 10:25

author

Eventi,

La voce dei quattro rappresentanti della Terra de “La Lettera” arriva a Firenze con CADIS

Firenze ha aperto le porte a CADIS International domenica 21 aprile per la proiezione del film ispirato all’Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco

La suggestiva e centralissima Chiesa di Santa Maria Maggiore a Firenze ha aperto le porte a CADIS International domenica 21 aprile per la nuova tappa della proiezione del film ispirato all’Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco “La Lettera: un messaggio per la Terra”.

 

Il manifesto per l’ecologia integrale e l’appello urgente per contrastare gli effetti del cambiamento climatico hanno riecheggiato attraverso il viaggio dei quattro rappresentanti della terra verso Roma. 

 

Le voci dei poveri, dei giovani, delle comunità indigene e della scienza per la vita selvatica si sono incontrati per la prima volta al cospetto di Papa Francesco, per instaurare un dialogo serio e concreto sugli effetti che i disastri ambientali stanno causando in ogni angolo della terra e della necessità di intervenire. La scienza ha gli strumenti che, però, non bastano da soli. Ed è così che l’incontro tra scienza e fede diventa la chiave di svolta per invertire la rotta degli effetti del cambiamento climatico.

 

Tappa dopo tappa, l’appello si fa più urgente perché i disastri ambientali causati dal cambiamento climatico e, quindi, dall’uomo, sono sempre più ricorrenti e distruttivi.

Proprio qualche giorno fa Dubai e l’area circostante sono state colpite da una violentissima e inaspettata alluvione. Nel giro di poche ore è caduto il quantitativo di acqua previsto per due anni. La causa? "Le enormi precipitazioni erano invece probabilmente dovute a un normale sistema meteorologico che è stato esacerbato dai cambiamenti climatici, dicono gli esperti".  (Leggi qui: https://www.reuters.com/world/middle-east/what-caused-storm-that-brought-dubai-standstill-2024-04-17/ )

img_20240421_184419.jpeg

Diversi i fedeli che a Firenze hanno accolto l’invito di CADIS International e dei Camilliani e hanno assistito alla proiezione del film e hanno animato la riflessione finale guidati da P. Aris Miranda, Direttore CADIS.

Parafrasando le parole di Papa Francesco nell'Enciclica Laudato Si’, così P. Aris Miranda ha avviato la riflessione:

“Non siamo separati dal pianeta che condividiamo con altre forme di vita; siamo intimamente legati ad esso e quindi siamo anche responsabili della sua cura. Questa verità deve essere riconosciuta per affrontare le sfide di questo momento critico della storia. La posta in gioco è niente meno che il diritto dei nostri figli a un clima sicuro, ad acqua e aria pulite, a cibo sufficiente, alla sicurezza fisica e alle meraviglie di un pianeta ricco di vita.

Non possiamo superare la doppia crisi del cambiamento climatico e della perdita di biodiversità, né l'inquinamento, il degrado delle risorse, la povertà e l'ingiustizia, senza trasformare modelli di comportamento, cultura ed economia ormai superati. Dobbiamo superare un rapporto di sfruttamento con il nostro pianeta e passare a un rapporto basato sulla gestione e sulla cura. Sebbene tale trasformazione sia già iniziata, la gravità della situazione richiede un'azione più incisiva.

 

Le persone e le comunità devono unirsi per garantire che coloro che prendono le decisioni e detengono le maggiori responsabilità e il potere capiscano che l'azione su questi temi è una priorità per le persone che servono, e che siano ritenuti responsabili. Per quanto questo sia un momento di crisi, è anche un momento di opportunità: possiamo rinnovare il nostro rapporto con il pianeta in modo da non solo sostenerci, ma anche prosperare e fiorire.”

Parole che hanno mosso gli animi dei presenti che, a turno, hanno condiviso sostegno alla causa, ma anche preoccupazione. “Come facciamo, da soli, ad apportare un cambiamento?”
Iniziando dalle mura domestiche, convertendo le nostre azioni quotidiane a favore di comportamenti più ecologici. 

Agire nel piccolo pensando in grande: se ognuno di noi fa il proprio dovere, nel complesso si avrà un grande impatto. Il cambiamento parte sempre da un singolo. E quel “singolo” è ognuno di noi.

img_20240421_170029.jpeg

LASCIA LA TUA MAIL

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato sulle attività di CADIS International