top1.svg
butto1.svg
cdsi_whitelogo
h3-bg04
phone-with-wire.svg

+39 06 89 92 81

cdsi_large transparent

INFO E CONTATTI

Per maggiori informazioni: info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

La Fondazione CADIS (Camillian Disaster Service) International è un'organizzazione umanitaria e di sviluppo senza scopo di lucro, legalmente registrata, dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani).
 

I progetti di CADIS


facebook
instagram
twitter
youtube
linkedin

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

Risposta ai disastri e al cambiamento climatico: il progetto CADIS a Bohol, Filippine

2024-04-12 12:12

author

Progetti, Resilienza,

Risposta ai disastri e al cambiamento climatico: il progetto CADIS a Bohol, Filippine

Il progetto "Migliorare le capacità degli agricoltori di Bohol di rispondere ai disastri e al cambiamento climatico" contro il cambiamento climatico

en_99290_epcnmobrotzhbzaajjbelildspzqfrhtmds_2.jpeg

Il progetto a lungo termine Migliorare le capacità degli agricoltori di Bohol di rispondere ai disastri e al cambiamento climatico, iniziato nel 2018, è concepito in modo che gli agricoltori, che sono la spina dorsale dell'agricoltura e i più vulnerabili alle condizioni meteorologiche estreme, possano essere formati e capaci di rispondere alle sfide che il settore deve affrontare. È implementato da Farmers Development Center, Inc. (FARDEC), Rural Missionaries of the Philippines (RMP)-Bohol e Camillian Disaster Services (CADIS) International.

Bohol, nelle Filippine, è stata colpita da un distruttivo terremoto di magnitudo 7,2 nell'ottobre 2013. È arrivato in un momento in cui la popolazione a Bohol non era preparata a un evento di questa portata e con una scarsa conoscenza della risposta ai disastri e della riabilitazione.
Due settimane dopo il terremoto, un'altra catastrofe ha colpito la provincia sotto forma del super tifone "Yolanda", poiché Bohol si trova in prossimità della regione di Visayas.

L'agricoltura non si è del tutto ripresa. I campi di riso e di mais sono stati danneggiati, lasciando diversi sistemi di irrigazione rotti, mentre le palme da cocco, che avrebbero dovuto aumentare il reddito dei contadini, sono state anch'esse colpite. La lunga stagione secca che seguì limitò i piccoli agricoltori che cercavano di recuperare.

Il progetto ha quattro obiettivi e risultati attesi, vale a dire
1. Aumento del reddito agricolo per 300 famiglie di agricoltori;
2. Aumento dell'accesso ai servizi sanitari di base;
3. Istituzione del comitato OP (organizzazioni popolari) DRRM;
4. Le OP sono in grado di impegnarsi con il governo locale per sollevare le preoccupazioni della comunità.

Per realizzare i risultati attesi, il progetto ha le seguenti componenti, vale a dire,
1. Formazione di organizzazioni come sede di unità e imprese nei barangays e nelle comunità;
2. Costruzione di capacità sui diritti della terra, sull'agricoltura sostenibile e sulla salute della comunità in relazione al cambiamento climatico e alla risposta ai disastri;
3. Riduzione e gestione del rischio di disastri su base comunitaria (CBDRRM); e
4. Lobbying e creazione di reti.

Tuttavia, a causa dell'epidemia di COVID-19, nel marzo 2020 le Filippine sono entrate in un blocco sanitario che ha messo in pausa quasi tutta la vita sociale ed economica.
Allo staff di implementazione FARDEC è stato impedito di visitare liberamente le nostre zone, ed è stato costretto a fermare temporaneamente le operazioni a Bohol e Negros Oriental per tutto l'anno 2020, compresi i nostri interventi programmati con il nostro partner di finanziamento CADIS International nell'isola-provincia di Bohol.

Infine, nel gennaio 2021, il progetto di FARDEC e CADIS a Bohol è ripreso, prendendo un nuovo volo grazie alla preziosa assistenza e alle risorse di un nuovo staff di progetto. Nonostante le severe restrizioni di viaggio, è stato possibile effettuare una serie di consultazioni con le parti interessate e con le organizzazioni partner.
Nonostante la mancanza del supporto agricolo, le organizzazioni di agricoltori hanno trovato forza l'una nell'altra, permettendo l'espansione tra i loro membri in mezzo alle molestie e alla militarizzazione nelle loro comunità, come quella nei barangays Bayongan, San Francisco, Catoogan, e La Suerte.

Anche durante la pandemia e subito dopo essere stati colpiti dal tifone Odette (nome internazionale Rai) nel dicembre 2021, gli sforzi di soccorso di FARDEC hanno anche aiutato a raggiungere e a contattare formalmente le organizzazioni partner, a monitorare le aree e a valutare la situazione e i bisogni di queste comunità. Ancora più importante, tre nuove organizzazioni di agricoltori sono state create dai quattro gruppi ad hoc sviluppati durante l'ultimo periodo di riferimento.

Particolarmente rilevante in una pandemia globale, FARDEC ha fornito workshop e discussioni sulla salute a quattro OP, uno per ogni comune, e la pianificazione della gestione del rischio comunitario a otto organizzazioni partner. Questi sforzi, tra cui la mappatura partecipativa dei pericoli e la valutazione dei rischi, hanno aiutato molto a contenere gli effetti del tifone Odette nell'ultimo mese del 2021.

LASCIA LA TUA MAIL

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato sulle attività di CADIS International