top1.svg
butto1.svg
cdsi_whitelogo
h3-bg04
phone-with-wire.svg

+39 06 89 92 81

cdsi_large transparent

INFO E CONTATTI

Per maggiori informazioni: info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

Piazza della Maddalena, 53

00186 Roma
 

+39 06 89 9281

info@cadisinternational.org

La Fondazione CADIS (Camillian Disaster Service) International è un'organizzazione umanitaria e di sviluppo senza scopo di lucro, legalmente registrata, dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani).
 

I progetti di CADIS


facebook
instagram
twitter
youtube
linkedin

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

www.cadisinternational.org @ All Right Reserved 2024 - Sito web realizzato da Wishraiser

Risposta di emergenza per le vittime delle alluvioni 2022 in Pakistan

2024-04-12 12:04

author

Progetti, Soccorso,

Risposta di emergenza per le vittime delle alluvioni 2022 in Pakistan

Nelle settimane successive è apparso chiaro che l'intervento di emergenza avrebbe alleviato solo parzialmente i danni umani, materiali e psicologici.

en_76199_djocarnstbqbplhifhlemtozdsrbjepazzm_2.jpeg

Nelle settimane successive è apparso chiaro che l'intervento di emergenza avrebbe alleviato solo parzialmente i danni umani, materiali e psicologici. È stato quindi necessario un intervento più sostenuto e incisivo, attuato attraverso la collaborazione con la Tzu Chi Buddhist Charity Foundation, partner di CADIS anche in altri progetti (risposta all'emergenza di Covid-19 ed emergenza ucraina), che finanzierà l'intervento.
Partner del progetto, insieme alla Tzu Chi Foundation, sono la Diocesi di Hyderabad, i Camilliani e la Famiglia Laica Camilliana. Il partenariato consentirà di ottenere importanti risultati per la popolazione colpita dall'alluvione.

I partner locali che collaboreranno alla realizzazione del progetto sono il parroco, i catechisti, il Gruppo Giovani di San Francesco (gente del posto), le Figlie della Santa Croce (suore religiose).

L'area di intervento si concentrerà sulla parrocchia di San Francesco, situata nel distretto di Nawabshah, e assisterà 33.000 persone. La popolazione di Nawabshah è di 220.283 abitanti nel 2022. Le inondazioni sono tra gli eventi naturali più catastrofici e comuni. Non solo mettono in pericolo vite umane, mezzi di sostentamento e beni, ma devastano anche l'economia del Paese. L'aumento delle inondazioni è una conseguenza inevitabile del cambiamento climatico. Il Pakistan ha ricevuto oltre il 60% delle precipitazioni monsoniche medie in sole tre settimane dall'inizio della stagione dei monsoni nel luglio 2022.
Poiché la popolazione viveva al di sotto della soglia di povertà, con questa alluvione ha perso tutto: proprietà, bestiame, ecc. Le acque dell'alluvione hanno invaso i loro villaggi e divorato le loro proprietà.

L'appartenenza a una fede diversa da quella della maggioranza è un'altra battaglia che si deve affrontare in Pakistan. Le persone che appartengono a tradizioni religiose diverse sono state discriminate. Non soffrono solo per la perdita dei loro beni materiali, ma vivono anche un'agonia mentale e spirituale in questa situazione crudele. In questo scenario, hanno bisogno di aiuto materiale e di un'attenzione particolare al benessere psicospirituale di queste vittime.

L'obiettivo generale del progetto è portare l'amore misericordioso di Dio di Cristo e alleviare le sofferenze causate dalle inondazioni del 2022.
Gli obiettivi specifici del progetto sono:
1. Fornire generi alimentari per un mese.
2. Fornire medicine e medicinali per le malattie ordinarie e le ferite a livello individuale.
3. In caso di emergenza, rispondere alle malattie gravi attraverso il ricovero e il trattamento.
4. Fornire zanzariere e coperte.
 



Il progetto mira a distribuire 4500 pacchi di soccorso (cibo, articoli non alimentari come trapunte, kit igienici per uomini, donne e bambini). I pacchi sono sufficienti per un mese di fornitura alle famiglie. La dimensione media di una famiglia in Pakistan è di 5-6 persone; quindi verranno aiutate circa 27.000 persone, compresi i bambini.

27.000 (4500 famiglie) riceveranno pacchetti di soccorso - cibo, forniture igieniche, kit di svernamento.
2.000 persone riceveranno assistenza medica
2.000 persone riceveranno coperte
2.000 persone riceveranno zanzariere

La Famiglia Laica Camilliana ha già un precedente di risposta ai disastri durante il terremoto e le inondazioni degli anni passati. Abbiamo già iniziato a raccogliere dati per conoscere le esigenze di base delle vittime delle alluvioni, in modo da poter fornire loro beni di prima necessità, kit igienici, kit sanitari per le donne.

LASCIA LA TUA MAIL

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato sulle attività di CADIS International