Chi Siamo

Our-history

Il Camillian Disaster Service International (CADIS) si ispira all'impegno eroico dei Camilliani nel testimoniare le opere di misericordia corporale e spirituale durante le grandi pestilenze, epidemie e guerre in Italia e Ungheria – i cosiddetti Festival di Carità dei secoli XVI e XVII. Centinaia di Camilliani morirono nell’assistere il popolo nelle aree colpite dalla peste.
I camilliani hanno fatto voto di servire il malato anche a rischio della propria vita e promuovere una nuova scuola di carità (prendersi cura degli ammalati come una madre si prende cura del suo unico figlio malato, sia corporalmente che spiritualmente) che San Camillo fondò. 
Le opere di misericordia corporale e spirituale rappresentano lo scopo principale e fondamentale della nuova scuola di carità di San Camillo. Oggi i camilliani sono impegnati nel ministero della assistenza sanitaria della Chiesa in 37 paesi in Europa, Africa, Americhe e Asia.
Nel 1994 l’Ordine ha istituito la «Giornata dei religiosi camilliani martiri della carità», da celebrarsi ogni anno il 25 maggio, in onore dei 300 martiri camilliani che morirono testimoniando il quarto voto, servire il malato anche a rischio delle proprie vite.
Nel 1995, il 54° Capitolo Generale dell’Ordine incaricò il Consiglio Generale di studiare e istituire una Task Force in grado di rispondere alle emergenze socio-sanitarie del tempo. Fu formata una Commissione Centrale, composta da un gruppo di religiosi camilliani e collaboratori laici, il cui compito speciale sarebbe stato quello di organizzare una squadra di operatori sanitari specializzati, laici e religiosi pronti ad intervenire in caso di calamità, poi denominata Camillian Task Force (CTF).
La frequenza e l’entità crescente delle catastrofi naturali e create dall’uomo richiede l’impegno creativo verso le comunità vulnerabili colpite dai disastri. Nel 2015, la CTF fu trasformata in una fondazione legalmente registrata presso il governo italiano denominata “Camillian Disaster Service International (CADIS) Foundation”. Gli aderenti a CADIS servono le famiglie più bisognose con passione concentrando il loro impegno, secondo lo spirito profetico di San Camillo de Lellis. 

La Camillian Disaster Service International Foundation (CADIS) è una organizzazione umanitaria e di sviluppo senza scopo di lucro, legalmente registrata, dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani), un Ordine religioso cattolico fondato da San Camillo de Lellis nel 1586. 

CADIS provvede ai bisogni umanitari, psico-sociali, pastorali e di sviluppo alle popolazioni colpite da disastri naturali e non. E’ un’espressione dell’impegno dell’Ordine e supporta la missione globale umanitaria di testimonianza della misericordia e compassione di Cristo ai malati, sofferenti e alle popolazioni più vulnerabili. 

CADIS è composta da laici, religiosi (sorelle, fratelli e sacerdoti) e organizzazioni che condividono la sua missione e rispettano i principi e gli insegnamenti propri del cattolicesimo e la spiritualità dei camilliani di mettersi al servizio dei malati e dei sofferenti fino al rischio delle loro proprie vite. 

CADIS ha programmi di intervento nei paesi fortemente soggetti a disastri come il Nepal, India, Pakistan, Filippine, Indonesia, Tailandia, Vietnam, Kenya, Sierra Leone, Haiti, Burkina Faso, Benin, Perù e Cile, così come in Italia in Austria.

La stessa lavora in collaborazione con la Chiesa locale, quando presente, e con altre organizzazioni umanitarie nel mondo. Nella maggior parte di questi paesi, CADIS ha uffici locali strategici e collabora anche con strutture partner locali per assicurare una risposta tempestiva, coordinata e organizzata alle emergenze. 

La Nostra Storia

Ispirazione

Visione / Missione

Valori Principali

Approccio

Offrire servizio alle vittime di disastri e emergenze (guerre, epidemie e pestilenze) è stato nel cuore dei Camilliani. Dal 16° al 17° secolo coloro che entravano a far parte dei Camilliani erano ben consapevoli dei tre principali ministeri del servizio ai malati negli a) ospedali, b) nelle case, c) in tempi di pestilenze ed epidemie. Infatti, durante i 24 anni di generalato di San Camillo 240 religiosi camilliani morirono in Italia in luoghi colpiti da epidemie e pestilenze.

Nel 1994 l’Ordine ha istituito la «Giornata dei religiosi camilliani martiri della carità», da celebrarsi ogni anno il 25 maggio, in onore dei 300 martiri camilliani che morirono testimoniando il quarto voto, servire il malato anche a rischio della propria vita. Il quarto voto è la vera chiave di volta che apre la porta ai Camilliani e a tutti coloro che condividono lo spirito di San Camillo per sviluppare e sperimentare la sua ricchezza nel rispondere ai segni dei tempi. Nel 1995, il 54° Capitolo Generale dell’Ordine (svoltosi a Bucchianico), ha approvato l’istituzione di una Task Force che rispondesse alle emergenze socio sanitarie nelle diverse parti del mondo.

Nell’aprile del 2000, il Consiglio Generale, guidato da p. Angelo Brusco, ex superiore generale, creò una Commissione Centrale guidata da p. Antonio Menegon, insieme a p. Pietro Magliozzi, Sergio Palumbo, Scott Francis Binet, Massimo Miraglio, e il Signor Renato Bicego, il cui compito principale sarebbe stato quello di organizzare e formare una squadra speciale di operatori sanitari specializzati, laici e religiosi pronti ad intervenire in caso di calamità, poi denominata Camillian Task Force (CTF).

Questa iniziativa è stata supportata e sviluppata dall’Ordine nel corso del tempo e riaffermata dai successivi capitoli generali del 2001 e 2007. La Camillian Task Force nasce reinventando e ricreando la visione originale di Camillo, di un camilliano consapevole delle nuove sfide e opportunità dei tempi moderni, disposto a vivere in fedeltà creativa la sua vocazione profetica e la sua scelta preferenziale di servire il più povero dei poveri. "Si ritiene comunemente che opti per il più abbandonato che l'Ordine adempia il ruolo profetico [...] difendendo i diritti dei deboli, [...] esponendo le ingiustizie, intervenendo con la task force e concentrando l'attenzione non solo sullo individuo ma anche sulla formazione di comunità sane e guaritrici. "(Cfr. 55. Capitolo Generale, 2001). Inoltre, "è nostra responsabilità lavorare insieme per la giustizia e la solidarietà nel mondo della salute, promuovendo una buona cooperazione tra le Province, le Delegazioni e la grande Famiglia Camilliana di San Camillo, e anche con i membri laici [... ] espresso in diversi modi, come il sostegno alla Task Force camilliana nei suoi interventi urgenti in situazioni di catastrofe naturale. "(56 ° Capitolo Generale, 2007).

Nel 2004 la CTF fu integrata come un ufficio del Consiglio Generale guidato da p. Scott Binet. Nel 2007, è stata inserita nell'ufficio del Segretariato per la Missione guidato da fr. Luca Perletti. Nel 2010 è stata sollecitata una riorganizzazione e l'espansione di CTF. Da allora la CTF si estende alle varie province e delegazioni dell’Ordine quali Filippine, Tailandia, India, Brasile, Perù, Cile, Kenya e USA. Questi uffici fungono da braccio principale nel rispondere ai disastri nei rispettivi luoghi o regioni. L'ufficio centrale assiste questi uffici nello sviluppo delle loro capacità attraverso attività di formazione, elaborando piani di intervento di emergenza (programmi a breve / lungo termine), cercando fondi e sostenendo progetti. L'ufficio centrale della CTF non vuole essere un super corpo che gestisce e opera in tutti i progetti di intervento di calamità locale, ma mantiene il suo carattere di animatore e protagonista delle missioni umanitarie dell'Ordine. 

Il Consiglio

LEOCIR PESSINI, MI
LEOCIR PESSINI, MI
Superiore Generale

P. Leo è Brasiliano. È entrato a far parte dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani), ed ha emesso i voti di professione solenne nel 1978 e nel 1980 è stato ordinato sacerdote. Laureato in Filosofia nell’ateneo “Nostra Signora Assunta” di San Paolo in Brasile e Teologia presso la Pontificia università Salesiana di Roma. La sua passione per la ricerca e gli studi lo hanno portato a proseguire gli studi specializzandosi nel campo della bioetica (Università di Edinboro, PA) ed a conseguire un dottorato in Teologia Morale (università Cattolica pontificia di San Paolo).

Nella Provincia Camilliana brasiliana ha ricoperto vari incarichi. E’ vice-rettore del Centro Universitario “San Camillo” di San Paolo, e presidente della Camillian organizations, che riunisce e amministra 56 ospedali in tutto il territorio brasiliano; superiore provinciale della Provincia Brasiliana Camilliana; e, attualmente, Superiore Generale dei Camilliani. P. Leo è autore di più di 300 articoli accademici e pubblicazioni nel campo dell’etica, della bioetica e della pastorale della salute. Soprattutto egli crede che tutti questi doni che ha raccolto nella sua vita siano stati fatti per essere condivisi specialmente con coloro che si trovano nelle “periferie” della vita (geografiche ed esistenziali) e CADIS ne è una concreta espressione.

Br. Jose Ignacio Santaolalla Saez, MI
Br. Jose Ignacio Santaolalla Saez, MI
Presidente

Fr. Ignacio è spagnolo. Entrato a far parte dei Camilliani ha emesso la professione solenne nel 1992. Dopo aver conseguito il baccalaureato in teologia presso la Pontificia Università di Comillas (Madrid), si è licenziato in Teologia Pastorale Sanitaria nel “Camillianum” di Roma. Si è laureato in Economia aziendale (Business Administration) presso l’Università Autonoma di Madrid, ed ha conseguito il master in Direzione di Centri sociali per persone anziane presso l’universitá Pablo de Olavide (Siviglia). Nel 2014 è stato eletto dal consiglio generale dell’Ordine e nominato economo generale e legale rappresentante dell’Ordine. È il presidente della Fondazione Camillian Disaster Service International (CADIS). Ha ricoperto vari incarichi nella Provincia Camilliana di Spagna. Amministratore del Centro di Umanizzazione della Salute; consigliere provinciale, Direttore della Residenza per anziani San Camillus a Siviglia, vicepresidente della fondazione dell’Ospedale San Camillo di Sant Pere de Ribes. Con il suo notevole curriculum di amministratore, contribuisce a rendere CADIS innovativa e fedele alla propria Visione e Missione. 

P. ARISTELO MIRANDA, MI
P. ARISTELO MIRANDA, MI
Direttore esecutivo

P. Aris è delle filippine. Entra a far parte dei Camilliani ed emette la professione dei voti solenni nel 1994. Nello stesso anno viene ordinato sacerdote. Si laurea in filosofia al St Camillus College Seminary di Marikina e in Teologia presso al Loyola School of Theology (Manila). Consegue due licenze in Teologia pastorale sanitaria presso il Camillianum e quella in Scienze Sociali presso l’Angelicum (Roma).

Nelle Filippine ha ricoperto vari incarichi come rettore St. Camillus College Seminary, come ospedaliero, amministratore finanziario, membro del consiglio della provincia camilliana delle filippine, direttore sanitario, coordinatore internazionale della Camillian Task Force (CTF), attualmente, membro della Consulta Generale e direttore esecutivo di CADIS. P. Aris ha prestato servizio nelle missioni umanitarie dell’Ordine in Asia e in Africa sin da 2011, agevolando con grande competenza la risposta ai disastri all’interno delle province dell’Ordine e coordinando gli interventi di aiuto. La sua compassione verso i più vulnerabili e verso le popolazioni socialmente escluse, è un impeto che lo rende entusiasta riguardo CADIS

P. GIANFRANCO LUNARDON, MI
P. GIANFRANCO LUNARDON, MI
Segretario

P. Gianfranco è padovano. Nel 1993, frequenta l’Università di Padova, dove si laurea in matematica con l’indirizzo di statistica economica. Nello stesso anno entra a far parte dei camilliani e, contestualmente, segue gli studi filosofici e teologici presso il collegio teologico di San Zeno di Verona. Nel 1999 celebra la consacrazione perpetua con la professione dei voti religiosi, viene ordinato sacerdote nel 2000. Si dedica al tempo stesso sia all’attività pastorale presso l’ospedale sia agli studi teologici. A Roma consegue la licenza in teologia morale presso l’Accademia “Alfonsiana”. Presso il medesimo istituto sta svolgendo il suo dottorato di ricerca. Tra i suoi incarichi ricordiamo che ha ricoperto la carica di assistente religioso presso l’ospedale “Luigi Sacco” di Milano e presso “l’Istituto Ortopedico Rizzoli” di Bologna. È diventato superiore del Centro Spirituale di Mottinello (PD), e della Casa Rebuschini di Roma. Nel 2014 è stato eletto consultore generale dell’Ordine e nominato come segretario generale e rettore della Chiesa di Santa Maria Maddalena. Le sue idee, articolate e critiche rappresentano delle reali sfide su cui riflettere, sulla possibilità di rendere CADIS in stretto contatto con il suo scopo e far in modo che diventi creativa nella sua missione. 

P. LAURENT ZOUNGRANA, MI
P. LAURENT ZOUNGRANA, MI
Membro del consiglio di amministrazione.

P. Laurent è di Lelgom in Burkina Faso. Nel 1974 entra a far parte dei camilliani e nel 1983 emette i voti di professione solenne. Due anni dopo, nel 1985, viene ordinato sacerdote. Studia Filosofia nel Seminario di Saint Jean Baptiste (Ouagadougou) e Teologia a Saint Pierre-Claver de Koumi (Bobo Dioulasso). A Roma consegue la laurea in Spiritualità presso la Pontificia Università Gregoriana. Ha lavorato come formatore a vari livelli e per numerosi anni sia in Burkina Faso che in Italia. Ha ricoperto i seguenti incarichi: Consultore generale dei camilliani nel 1995; superiore dello studentato internazionale,“Enrico Rebuschini” di Roma; vice superiore provinciale della vice provincia camilliana del Burkina Faso; Presidente dell’associazione Prisonniers sans Frontière in Burkina Faso (PRSF – Burkina); attualmente, vicario generale dell’Ordine (2014) e responsabile del Segretariato per la Formazione. La sua naturale inclinazione per il lavoro di formazione lo ha convinto che il ministero umanitario è più che dare qualcosa (dona carità), ma significa essere con i più vulnerabili, il che comporta una seria formazione e preparazione. 

P. BIJU SEBASTIAN, MI
P. BIJU SEBASTIAN, MI
Membro del Consiglio di Amministrazione
P. Biju Sebastian è psicoterapeuta e formatore freelance. Appartiene all'Ordine dei Ministri degli Infermi, popolarmente noti come Camilliani. Ha conseguito il dottorato in psicologia presso la Christ University, Bangalore, India. È psicoterapeuta da più di un decennio e ha migliaia di ore di pratica nella terapia individuale e familiare. Dopo la sua formazione iniziale al Christian Medical College, Vellore, India, sulla cura e la gestione dell'HIV/AIDS, è stato formatore nella cura e nella gestione dell'HIV/AIDS per lo Stato del Kerala ed è stato anche consulente nella cura e nella gestione dell'HIV/AIDS per la Catholic Health Association of India (CHAI). È stato autore di un paio di libri sull'HIV/AIDS e ha anche pubblicato articoli nella stessa area sia in India che all'estero. Il suo articolo intitolato "Illness perception and meaning-making of people living with HIV" è stato premiato come miglior articolo alla conferenza internazionale su 'Youth and HIV/AIDS' organizzata dall'AMITY University, Lucknow, India nel 2014. Già coordinatore della cappellania cattolica al King Edward Hospital for Women and Children, Perth, West Australia, il suo interesse attuale è l'ipnosi come metodo di psicoterapia ed è membro della California School of Hypnosis. Attualmente è il direttore dello Snehatheeram Care and Support Centre per le persone che vivono con l'HIV, Cochin, Kerala e il capo consulente dello Sneha Counselling Centre, Cochin. È anche docente part-time presso il Dipartimento di Psicologia, Rajagiri College of Social Sciences, Cochin, Kerala. Attualmente, sta seguendo un corso di laurea in legge (LLB) presso l'Università di legge dello Stato di Karnataka.
P. SHUKRANI K. MBIRIGENDA, M.I
P. SHUKRANI K. MBIRIGENDA, M.I
Membro del Consiglio di Amministrazione
P. Shukrani K. Mbirigenda (Ph.D.) è un sacerdote dell'Ordine di San Camillo (OSC) nato il 7 gennaio 1973 e ordinato nel 2005. Attualmente è docente di Studi sullo Sviluppo presso l'Istituto di Studi sullo Sviluppo (IDS) dell'Università di Dar es Salaam, Tanzania. Il suo dottorato di ricerca in Studi sullo Sviluppo era su "Corporate Governance and Corporate Social Responsibility". Possiede anche un M.A. in Studi sullo Sviluppo (Università di Dar es Salaam), un B.A. in Filosofia (Università Urbaniana, Roma -Italia), un B.A. in Studi Religiosi (Università Cattolica dell'Africa Orientale, CUEA, Nairobi -Kenya), Diploma in Comunicazione Sociale (Tangaza College, Università Cattolica dell'Africa Orientale, CUEA, Nairobi -Kenya), Certificato in Teoria della Musica (London Royal Schools of Music, Londra -UK), e ha anche studiato al programma di Master in Sviluppo e Cooperazione Internazionale presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Filosofia (Jyvaskyla University, Finlandia) e Metodi di Ricerca, Cambiamento Climatico e Sviluppo Sostenibile (Università di Helsinki, Finlandia). Alcune delle sue aree di interesse di ricerca includono Corporate Governance e Corporate Social Responsibility (CSR), etica, disuguaglianze economiche globali, sagacia filosofica, comportamenti a rischio dei giovani e HIV/AIDS (salute e sviluppo) e Development Management. È stato delegato dei Camilliani in Tanzania per 7 anni e presidente dell'Associazione dei Superiori Religiosi della Tanzania (RSAT) per 5 anni. È stato membro del consiglio di amministrazione del Jordan University College, affiliato alla St. Augustine University of Tanzania (SAUT), e ha ricoperto ruoli di coordinatore degli studi universitari e post-laurea presso l'IDS. Attualmente, è membro del consiglio di amministrazione della Catholic Scholarship of Tanzania (CSPT) e membro del comitato editoriale dell'International Journal of Creative and Innovative Research in All Studies (IJCIRAS).
SR. LIBERTY JARAULA ELARMO, MI
SR. LIBERTY JARAULA ELARMO, MI
Membro del consiglio di amministrazione

Suor Liberty "Beth" Elarmo, filippina, entra a far parte della congregazione religiosa delle Ministre degli infermi nel 1986, prende i voti religiosi nel 1991 (Italia). Attualmente assegnata a Roma come membro del Consiglio Generale di detta congregazione. Suor Beth oltre ad essere laureata in Scienze matematiche, ha conseguito due master in Vita Familiare e Sviluppo del bambino e in Educazione speciale a Manila. Ha una vasta conoscenza ed esperienza nell'educazione allo Sviluppo del bambino essendo dal 1994 direttrice del Centro di Sviluppo Maria Domenica. È diventata anche formatrice dei religiosi e superiore delegata delle Filippine. Nel 2014 è stata eletta nel Consiglio generale della congregazione. La sua passione per il lavoro con i bambini e le famiglie meno privilegiate sarà per lei di grande impulso nel lavorare come membro del consiglio di amministrazione di CADIS. Sr. Beth è alquanto interessata a svolgere progetti di ricerca e programmazione. Attualmente, si trova nelle Filippine. 

SR. SABINE Gueswindé; ZIDA, FSC
SR. SABINE Gueswindé; ZIDA, FSC
Membro del consiglio di amministrazione.

Sr. Sabine è del Burkina Faso. È membro della congregazione religiosa cattolica delle Figlie di San Camillo. Ha studiato infermieristica in Italia e per sedici anni ha lavorato come infermiera e amministratrice in diversi ospedali in Burkina Faso, Costa d’Avorio e Italia. Il suo zelo nel servire gli ammalati le ha dato il coraggio e l'ispirazione per servirli senza aspettarsi nulla in cambio, ma solo per l'amore del Signore. La sua lunga esperienza nelle missioni sia nei paesi meno sviluppati che in quelli sviluppati le ha fatto capire il grande valore di questo tipo di ministero del prendersi cura delle persone più vulnerabili. Alla sua giovane età, Sr. Sabine è stata eletta nel Consiglio Generale della congregazione delle Figlie di San Camillo. Oltre ai suoi successi scolastici e alle esperienze lavorative in diverse strutture sanitarie, il suo impegno nel servire gli ammalati e i poveri rappresenta per CADIS un prezioso vantaggio al fine di realizzare i suoi obiettivi e la sua missione. È entusiasta di contribuire alla crescita e allo sviluppo di CADIS, in particolare nella sua congregazione, dove ha condiviso con i Camilliani lo stesso carisma di misericordia verso gli ammalati.

P. DIETMAR MANFRED WEBER, MI
P. DIETMAR MANFRED WEBER, MI
Membro del consiglio di amministrazione

ANITA ENNIS, RN
ANITA ENNIS, RN
Membro del consiglio di amministrazione

I Nostri Partner

Rural Missionaries of the Philippines

The Rural Missionaries of the Philippines (RMP) is a national organization, inter-congregational and inter-diocesan in character, of women and men religious, priests and lay. The RMP, one of the Mission Partners (MPs) of the Association of Major Religious Superiors in the Philippines (AMRSP), commits to servant leadership with the poor farmers, agricultural workers, indigenous peoples, and fisherfolks through collective witnessing and prophetic action.

I Missionari Rurali delle Filippine (RMP) sono un'organizzazione nazionale, a carattere intercongregazionale e interdiocesano, di religiosi e religiose, sacerdoti e laici. L'RMP, uno dei Partner di Missione (MP) dell'Associazione dei Superiori Religiosi Maggiori delle Filippine (AMRSP), si impegna ad una leadership di servizio con gli agricoltori poveri, i lavoratori agricoli, i popoli indigeni e i pescatori attraverso la testimonianza collettiva e l'azione profetica.

Health and Development for All Foundation

Health and Dev’t for All Foundation, Incorporated is a non-profit Foundation legally registered with the Securities and Exchange Commission carrying out community-based integrated area development programs on maternal and childcare among the indigenous communities in Capas, Tarlac and in the urban poor communities of Marikina City, Metro Manila.

Health and Dev't for All Foundation, Incorporated è una fondazione senza scopo di lucro legalmente registrata presso la Securities and Exchange Commission che porta avanti programmi comunitari di sviluppo integrato dell'area materna e infantile tra le comunità indigene di Capas, Tarlac e nelle comunità povere urbane di Marikina City, Metro Manila.

Farmers' Development Center (FARDEC)

Since 1989, Central Visayas Farmers Development Center, Inc (FARDEC) continues to serve as a support institution for the farmers in Central Visayas, Philippines, working hand-in-hand with the farmers in attaining genuine agrarian reform and sustainable development. 

Dal 1989, il Central Visayas Farmers Development Center, Inc (FARDEC) continua a servire come istituzione di supporto per gli agricoltori del Visayas Centrale, nelle Filippine, lavorando mano nella mano con gli agricoltori per raggiungere una vera riforma agraria e uno sviluppo sostenibile. 

Fondazione Albero della Vita

L’Albero della Vita is a humanitarian organization composed of three different non-profit organizations: Foundation (also ONG recognized by Ministry of Foreign Affairs), Social Cooperative, Volunteer Association. Its charter members aimed at creating an organization able to implement effective actions to protect children and safeguard as well as promote their rights to grow up in a safe and suitable environment.

L'Albero della Vita è un'organizzazione umanitaria composta da tre diverse organizzazioni non profit: Fondazione (anche ONG riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri), Cooperativa sociale, Associazione di volontariato. I suoi soci fondatori hanno mirato a creare un'organizzazione in grado di attuare azioni efficaci per proteggere i bambini e salvaguardare oltre che promuovere i loro diritti a crescere in un ambiente sicuro e adeguato. 

Fondazione PROSA

PROSA is a non-profit foundation and aims to social solidarity in the fields of charity, education and socio-health care the needy populations in developing countries. It carries out development cooperation with peoples in the third world through project management, implementation of measures of support, grants and humanitarian aid. 

PROSA è una fondazione senza scopo di lucro e mira alla solidarietà sociale nei campi della carità, dell'educazione e dell'assistenza socio-sanitaria delle popolazioni bisognose nei paesi in via di sviluppo. Realizza la cooperazione allo sviluppo con i popoli del terzo mondo attraverso la gestione di progetti, l'attuazione di misure di sostegno, sovvenzioni e aiuti umanitari. 

Le Nostre Risorse